Sabato, 27 maggio 2017 - ORE:04:26

GP d’Australia: McLaren convince, Ferrari raddrizza


La gara che ha aperto il mondiale di Formula 1, svoltasi a Melbourne in australia, ha mostrato il ritmo che piloti e auto intendono dare alla stagione. Si è subito capito già dalle prove libere e dalla Pole Position che la sfida tecnica, giocata sul nuovo orientamento verso l’alto dei tubi di scarico, avrebbe avuto come protagonisti principali i “soliti noti” della Red Bull comunque molto meno al di sopra dagli altri Team rispetto alla scorsa stagione, il cresciuto team McLaren e più a distanza la Ferrari.

La rossa di Maranello non ha avuto un Week-end al top, com’era prevedibile, uscendo dalla lotta per la Pole già dalla seconda fase Con Alonso e Massa partiti molto indietro, 12° lo spagnolo prima guida del Team e addirittura 16° il brasiliano. Se però In gara Alonso è comunque riuscito a tamponare i danni, recuperando posizioni fino ad un ottimo 5° piazzamento finale grazie anche ad un ottima strategia di cambi gomme, non altrettanto positiva la prestazione del compagno Massa che ha avuto a che fare con una vettura molto nervosa nell’impostare le curve ed è stato costretto ad un ritiro al decimo giro dopo un contatto con la Williams del connazionale Senna (nipote del leggendario Ayrton) il quale compagno di Team Maldonado prima, ad inzio gara, manda fuori dai giochi l’Indiano della HRT Karthikeyan e poi spreca un ottima prestazione all’ ultimo giro della gara quando, in 6° posizione, sbaglia una traiettoria che lo manda fuori pista costringendolo al ritiro.

Di tutt’altra entità la performance delle McLaren che battono le Red Bull : Hamilton conquista una ottima Pole ma viene scavalcato alla partenza dal compagno di squadra Button che, autore assieme al compagno di una ottima strategia per tutto il Week-End del Team, non si scosta dalla prima posizione per tutta la gara portando a casa la prima vittoria stagionale. Beffa Hamilton anche il campione in carica Vettel su Red Bull che, approfittando di un ingresso della Saefty Car entrata per un un uscita del russo Petrov , lo scavalca guadagnandosi la 2° posizione lasciandogli il 3° gradino del podio. 4° la seconda Red Bull di Webber, segnale del fatto che comunque la Red Bull sembra tornata tra gli “umani” rispetto alla scorsa stagione, e ne ha subito approfittato la McLaren.

Da segnalare la sfortunata uscita della Mercedes di Schumacher che sembrava più che in grado di lottare per il podio, con il tedesco che sembra essere tornato alle vecchie glorie almeno per quanto riguarda la sua voglia di esserci e che comunque è in cerca di buoni risultati per riconfermare il suo contratto in scadenza a fine stagione. Buonissima anche la prestazione del grande ritornato Raikkonen che con la sua Lotus dimostra di essere in grado di togliersi molte soddisfazioni in questa stagione. Staremo a vedere se la McLaren avrà effettivamente trovato la formula per battere le Red Bull e se la Ferrari sarà della partita.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 18 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.