Sabato, 25 febbraio 2017 - ORE:19:07

Ducati in “Grigio”, Rossi in “Bianco” ?


Recentemente è stata ufficializzata l’acquisizione da Parte del colosso dell’automobilismo, parte del gruppo Volksvagen, AUDI della famosissima casa motociclistica di Borgo Panigale Ducati. Dopo l’ipotesi che a farsi avanti per l’acquisto di Ducati potessero farsi sotto i Tedeschi di Mercedes ( AMG, il marchio sportivo della casa automobilistica, è sponsor ufficiale del team Moto GP di ducati) a spuntarla sono stati invece i rivali del gruppo Volksvagen con il marchio AUDI.

L’operazione è stata chiusa a 860 milioni di euro (debiti inclusi) ed ha lasciate soddisfatte le due controparti, ossia AUDI e Investindustrial di Andrea Bonomi, che aveva rilevato Ducati nel 2006 e ne aveva riequilibrato la situazione finaziaria. AUDI e il gruppo Volksvagen hanno ribadito più volte prima e durante le trattative che “l’Italianità” del marchio, oltre che tutti i fedelissimi addetti e lavoratori di Ducati, non avrebbero subito modifiche.

La formula è quindi quella già utilizzata con il marchio Lamborghini ( divenuto parte del gruppo AUDI, e quindi Volksvagen, agli inizi del decennio ) ovvero produzione e progettazione Italiane con tecnologie condivise con il resto del gruppo e capitali monetari Tedeschi. Tutto ciò aprirà moltissime prospettive alla Ducati sia di crescita aziendale che di crescita tecnologica. Ma cosa c’entra il nome del Pilota Moto GP Valentino Rossi?

Che la situazione per lui in Ducati quest’anno sia quantomeno “delicata” lo si sa da tempo: In sostanza la Desmosedici, nonostante gli innumerevoli sforzi del pilota e di tutto il team e nonostante i molti miglioramenti portati fin qui al mezzo, non è una moto adatta alla guida esrtemamente pulita e lineare di Rossi. I risultati positivi non arrivano e l’operazione rischia di rimanere una trovata pubblicitaria colossale.

La soluzione “per salvare la faccia” di entrambi ( Ducati e Rossi) sembrerebbe essere un “ divorzio consensuale”. Il contratto di Rossi è in scadenza a fine stagione e, oltre a non rinnovare con Ducati, il pilota italiano potrebbe non firmare con nessuna casa motociclistica della Moto GP . Qui entra in gioco il gruppo Volksvagen: Il “Dottore” ha dato spesso prova di apprezzare sempre di più le 4 ruote, in particolare i Rally, disciplina nella quale si è cimentato spesso anche a livello semi-professionistico e con risultati molto positivi.

I Rally saranno, appunto, il nuovo teatro della Volksvagen con un team Ufficiale che correrà nel WRC e che non avrebbe ancora ufficializzato il secondo pilota da affiancare al talentuoso Sebastien Ogier al volante della Polo. Certo, si tratta di una teoria e c’è da specificare che per Rossi suona forte anche la “ sirena” della Ferrari che il pilota italiano ha sempre apprezzato, oltre al fatto che molti altri piloti sono in corsa per la Polo WRC, tuttavia la cosa non è solo di fantasia.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 55 seconds
Scrivi la tua opinione


  • Ti potrebbe interessare

  • Link che ci piacciono

    Copy to clipboard Update my DFP setup
  • Leggi qui

  • Consigliato

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.