Mercoledi, 23 agosto 2017 - ORE:13:50

Moto GP Misano che nostalgia


 Un Gran Premio atipico per gli standard di questa stagione in moto GP.

Innanzito mancava dalla partenza il campione ormai uscente Casey Stoner, tenuto fuori da una convalescenza per un intervento medico. Ciò favoriva il “prevedibile” duello Tra Lorenzo (Yamaha) e Pedrosa (Honda) che sarebbe dovuto partire in pole.

“Sarebbe dovuto” perché una partenza annullata per un guasto alla moto Abrhams ha svelato un problema anche alla Honda dello spagnolo che è stata tolta dallo schieramento e riparata; da regolamento si perde la posizione di partenza per un intervento del genere. Inoltre lo spagnolo è uscito dalla gara al primo giro, steso dal connazionale Barberà .

Ciò ha spianato la strada a Jorge Lorenzo, che ha dominato la prima posizione in solitaria, vincendo e allungando il suo distacco in chiave mondiale dallo sfortunato Pedrosa.

La novità nostalgica è stato il secondo posto di ( udite udite ) Valentino Rossi, il quale ha pilotato una Ducati resuscitata dagli ultimi lavori del team e del pilota. La rossa ha sfoderato un passo gara incredibile fino allo scorso gran premio, rimanendo il più veloce degli inseguitori di Lorenzo e non abbassando mai i suoi tempi  per tutta la gara.

Il Dottore ha azzeccato la partenza piazzandosi subito in seconda posizione e non mollandola più, nonostante subito dietro di lui la lotta per il terzo e il quarto posto fosse serrata con Bradl che per due terzi di gara mantiene la terza posizione dagli attacchi di Alvaro Bautista del Team Gresini e del Futuro Ducatista attualmente al team tech3 Andrea Dovizioso che ha ingaggiato una sfida dal sapore nostalgico con lo spagnolo del team gresini, che gli ha soffiato la terza posizione sul podio per soli 3 millesimi di secondo dopo un gran sorpasso dell’italiano all’ultima curva.

Rivedere una moto coi colori del Team Gresini battagliare con Dovizioso e salire sul podio ha provocato molte emozioni, specialmente sul circuito intitolato a Marco Simoncelli, scomparso la scorsa stagione in un incidente drammatico.

Il buon risultato di Rossi ha fatto tornare il sorriso anche nel box Ducati dove finalmente si intravede qualcosa di realmente positivo. Le modifiche a telaio e motore sono risultate azzeccate, almeno per questo Gran Premio, il tutto confermato dalla buona prestazione di Hayden che partiva con un serio infortunio alla mano destra ( quella di gas e freno anteriore ) ed è finito in settima posizione.

Come si conviene a dei veri professionisti, Il Team Ducati e Il pilota Valentino Rossi hanno assicurato che ogni gran premio verrà affrontato con la stessa voglia di risultati che ha caratterizzato questo week-end complicato. Vedremo i successivi impegni quale verdetto comunicheranno, il mondiale è a 5 gare dal finale e c’è ancora molto da vedere e da dimostrare.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 10 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.