Sabato, 25 febbraio 2017 - ORE:19:07

Le 5 utilitarie icone degli anni ’90


utilitarie

Quali sono le utilitarie icone degli anni ’90? Andiamole a scoprire:

Gli anni ’90 sono stati un periodo, per chi li ha vissuti, sia amato e sia bistrattato. L’economia non era ancora totalmente in recessione, c’era una certo spirito di rinnovamento in molti ambiti (vedi tangentopoli), e soprattutto c’era ancora  la fiducia nel futuro e il coraggio di osare, cosa che abbiamo potuto notare anche nel campo automobilistico.

Passiamo ora a quelle utilitarie che facevano vibrare il cuore dei diciottenni dell’ultimo decennio del Novecento, perché di quelle stiamo parlando, cioè delle piccole utilitarie che i padri compravano ai loro figli come prima vettura da immatricolare, e la scelta era vasta a quei tempi, ma partiamo con:

Fiat Punto Cabrio/Gt

Fiat Punto Cabrio

Abbiamo scelto la versione decappottabile e quella più sportiva, dell’utilitaria più venduta in Italia, nonché auto d’europa 1994. Si tratta della Fiat simbolo degli anni ’90, la sostituta della Fiat Uno icona del decennio precedente. Queste due versioni appunto si distinguevano, l’una per l’introduzione della capote in tela, che la rendeva assolutamente trendy’, grazie anche alla matita di Giorgetto Giugiaro e destinata ad un pubblico maggiormente femminile, l’altra invece per il motore turbo (che raggiungeva i 205 km/h) che la fece diventare subito un piccolo oggetto del desiderio per i giovani smaniosi di correre per le strade.

Renault Clio Williams

Renault Clio Williams

Questo decennio si può tranquillamente ricordare, motoristicamente parlando, per le versioni sportive e sovralimentate delle tranquille utilitarie da famiglia, e massima esponente di questa categoria è appunto la Renault Clio Williams. Questa piccola Clio era nata per gareggiare nei rally e in pista, e fu fatta coi colori della scuderia di F1 Williams (cioè Blu con i cerchi in lega dorati), che all’epoca montava i propulsori Renault. Il successo fu straordinario, ne furono vendute oltre diecimila unità, grazie alle sue prestazione che la facevano sfrecciare ad oltre 215 km/h e per le sensazioni di guida che si potevano percepire, molto simili a quelle di un go kart.

Renault Twingo

Renault Twingo

Se c’è una piccola vettura che ha caratterizzato sicuramente questo periodo, questa è proprio la francesina Twingo, che compì una specie di rivoluzione, infatti fu la prima utilitaria monovolume e per questo fu apprezzata in fatto di capienza e praticabilità. Particolare fu la possibilità di poter trasformare l’interno della macchina in una sorta di comodo letto, semplicemente spostando in modo opportuno i sedili anteriori e posteriori. Apprezzata soprattutto dall’universo femminile.

Lancia Y

Lancia Y

Alla Lancia Y andò il duro compito a metà anni ’90 di sostituire quella che fu un autentico “best seller” la Y 10. Come la sua antenata che aveva segnato il decennio precedente, questa riuscì a fare da subito breccia nel cuore degli appassionati. Le prerogative del gruppo Fiat/Lancia erano quelle di creare una piccola vettura che avesse tutti i requisiti utili per essere considerata un berlina dalle dimensione ridotte, quindi sedili in alcantara, tettino apribile, climatizzatore automatico e abitabilità per 5 persone (almeno nelle versione più equipaggiate tipo la LS). Vastissima era la gamma di colori, che comprendeva tutte quelle dell’iride (più di 100 colori).

Peugeot 106 Rally

Peugeot 106 Rally

La Peugeot fece uscire nel 1991 questa vettura come alternativa alla ormai datata 205 che comunque rimase in listino. La versione che più attirava l’attenzione dei giovani maschi di questo periodo era la variante rally di questa piccola quattro ruote francese. Un 1.3 e poi un 1.4 benzina tutto pepe, che presto si impose nelle competizione sportive andando proprio a sostituire la 205 rally, che riusciva a raggiungere il traguardo dei 195 km/h. Anche questa fu un grandissimo successo per la casa del leone, specialmente col restyling del 1996 e l’introduzione del motore benzina da 1.6 litri.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 46 seconds
Scrivi la tua opinione


  • Ti potrebbe interessare

  • Link che ci piacciono

    Copy to clipboard Update my DFP setup
  • Leggi qui

  • Consigliato

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.