Venerdi, 22 settembre 2017 - ORE:04:46

Guida agli pneumatici giusti per la tua auto

pneumatici giusti

pneumatici giusti

Pneumatici giusti per una sicurezza totale

Sicurezza alla guida significa anche aver scelto pneumatici giusti per la propria vettura. Questi sono importanti tanto quanto ABS e AIRBAG perché, a seconda dell’ambiente e delle condizioni climatiche, garantiscono la totale stabilità della macchina.

Grazie all’evoluzione tecnologica anche i pneumatici hanno raggiunto livelli di prestazione elevati: ci sono per esempio quelli che permettono di fare decine e decine di chilometri seppur forati (sono detti run flat), per non parlare poi di quelli della Formula 1 che sono praticamente di un’altra galassia. Ma anche rimanendo a livelli amatoriali, le auto di oggi sono dotate di tecnologie come l’ABS e l’ESP che le rendono molto sicure in corsa ma che, senza una combinazione di pneumatici adatti, sarebbero del tutto inutili.

Per esempio: un’automobile con tecnologia ABS che corre a 100km/h si arresta il 3 secondi percorrendo 40m, ma se i pneumatici sono usurati percorre circa 60m in 6 secondi – e aumenta così il pericolo di incidente-.

Per evitare spiacevoli sorprese, prima di acquistare pneumatici nuovi è necessario avere presente queste cose:

  • Che utilizzo faremo dei nuovi pneumatici?
  • Su che tipo di automobile andranno montati?
  • Qual’è il nostro stile di guida? (cittadino, out-door…)
  • In che condizioni climatiche usiamo l’ auto più spesso?

I 13 elementi da conoscere per leggere il tuo pneumatico

Ma ancora più importante è saper leggere le sigle che si trovano su pneumatici già montati. Le indicazioni sull’utilizzo delle gomme sono sempre scritte nel libretto di istruzioni dell’auto ma ancora meglio sarebbe imparare a leggere il proprio pneumatico. Di seguito la didascalia delle sigle secondo il regolamento ECE-ONU:

sigle pneumatici

(Fonte immagine: ACI, sicurezza stradale)

1. Senso di rotazione obbligato. È presente nei pneumatici con intagli asimmetrici: prevengono l’aquaplaning solo se ruotano nella direzione corretta. Un pneumatico, montato su cerchione, non può essere impiegato su un lato differente.

2.TWI, si trova vicino all’ indicatore di usura: un piccolo tassello che compare nella scanalatura principale del battistrada. Serve a indicare che si è raggiunto lo spessore minimo di legge di 1,6 mm.

3. Larghezza (espressa in mm) e l’altezza (espressa in percentuale) della sezione. In questo caso l’altezza della sezione è il 70% della larghezza, cioè circa 130 mm.

4. R = pneumatico a struttura radiale; se utilizzabile a velocità superiore a 240 km/h, il simbolo è ZR.

5.Tubeless” indica che i pneumatici possono essere utilizzati senza camera d´aria.

6. Il numero detto “DOT“* indica, nelle prime due cifre, la settimana e nelle utlime due l’anno di costruzione.

7. M+S (o anche M/S, M&S, M.S) indica un pneumatico per uso invernale (su pioggia, neve sciolta, fango e basse temperature). È però inadatto per la stagione estiva e clima secco.

8.Reinforced” è la scritta presente quando il pneumatico per veicoli merci leggere ha una struttura rinforzata rispetto al modello standard.

9. Questo simbolo indica che il pneumatico è di tipo “run flat“: funziona anche sgonfio a una velocità di almeno 80 km/h per una distanza di 80 km; in questo caso è presente anche la lettera F prima dell’elemento 11 (diametro del cerchione).

10. Questo è il marchio di omologazione secondo Regolamento ECE-ONU (tipo a) oppure secondo la Direttiva 92/23 (tipo b). Il numero dentro la cornice indica il Paese di omologazione, i numeri dalla terza cifra in poi fuori della cornice indicano il numero di omologazione.

11. Diametro del cerchione espresso in pollici

12. Questo è l’indice di carico: numero in codice che, secondo la tabella “a” riportata sotto, indica il carico massimo ammesso sulla ruota.

13. Indice di velocità: codice alfabetico (vedi tabella b sotto), indica la velocità massima alla quale può essere usato il pneumatico. Nelle prove di omologazione questa velocità viene mantenuta per 20 minuti alla fine dei quali i pneumatici devono essere ancora perfetti.

(*) DOT – Il DOT (Department Of Transportation = Dipartimento dei Trasporti Americano) è una marcatura legale richiesta in molti Paesi per poter commercializzare il prodotto. La presenza quindi di DOT significa che il pneumatico eguaglia o supera gli standard di sicurezza del Department of Trasportationis.

Tabella (a): l’indice di carico. Questa cifra è quella che appare come la precedente dell’ultima lettera della sigla. Per esempio, se l’indice di carico è 225/45 R18 95V il nostro codice è il 95, che nella tabella sottostante corrisponde a 690kg. È quindi sconsigliato caricare la vettura più di quel peso.
tabella atabella b

Tabella (b): riporta tutti gli indici di velocità. Ogni pneumatico ha una lettera o un insieme di lettere che corrispondono alla velocità massima consentita con quelle gomme.

tabella b

Quando sostituire i pneumatici

Il primo segno che ci fa capire che il nostro pneumatico deve essere cambiato ce lo da il battistrada, quando su di esso compare il tassello che segna la profondità minima (16mm) secondo l’art. 66 Legge 142 del 19-2-1992. Tuttavia, è consigliabile sostituirli con delle gomme nuove ben prima che questo accada.

Alcuni segni di usura più comuni, che possono apparire anche dopo meno di 3 anni dall’acquisto degli pneumatici, sono delle crepe sui fianchi o delle bolle d’aria. Bisogna inoltre ricordarsi che le gomme montate su un veicolo sempre fermo invecchiano, eccome, e anche più velocemente.

Un’ulteriore accorgimento è considerare che con i pneumatici di ultima generazione solitamente l’indurimento delle mescole (cioè il secondo strato più interno che compine il battistrada) avviene dopo circa 4 anni, al termine dei quali, nonostante lo pneumatico potrebbe apparire inusurato, è sempre opportuno andare dal gommista.

Nel caso sia quindi arrivato il momento di sostituire il treno gomme, è possibile rivolgersi anche a canali alternativi a quelli tradizionali, come Internet. Esistono infatti numerosi store online che offrono un ampia scelta di modelli e marche diverse. I vantaggi sono naturalmente quello di poter ottenere un notevole risparmio e avere una maggiore possibilità di scelta. Inoltre anche il montaggio non comporterà nessun problema, in quanto molti di questi portali, come Tirendo.it ad esempio, offrono il servizio di spedizione e montaggio presso le officine partner specializzate.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 5 minutes, 39 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.