Mercoledi, 22 novembre 2017 - ORE:15:53

Gp Suzuka: Passo falso di Alonso, vince Vettel


Smartwatch free

Doveva succedere prima o poi ed infatti è accaduto. Lo stesso Alonso aveva affermato più volte che l’approfittare degli errori altrui non sarebbe bastato per conquistare il mondiale  visto che gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo in Formula 1 . Già in passato lo spagnolo era stato coinvolto in un incidente al via innestato dal solito Grosjean della Lotus nel gran premio di SPA in Belgio, autore anche in questa gara di un contatto che ha compromesso la gara del pilota Red Bull Mark Webber. Questa volta Fernando è stato mandato in testacoda dal  compagno di squadra di Grosjean, Kimi Raikkonen. Ora il ferrarista non domina più la classifica iridata (è davanti ma con appena 4 lunghezze di vantaggio su Sebastian Vettel, vincitore della gara).

Un vero colpo di sfortuna, anche perché la Ferrari oggi  era davvero competitiva, molto più del solito, a dimostrazione l’ottimo secondo posto di Felipe Massa, che inseguiva il podio da troppo tempo. Alonso a Suzuka avrebbe potuto portare a casa una vittoria che avrebbe dato alla casa di Maranello molte più certezze in chiave mondiale.  Ancora una volta Fernando paga per gli errori altrui, ma ancora una volta è lui stesso a riportare l’ottimismo nel box, dichiarando che per il mondiale nulla è cambiato, per come la vede lui,  perché tocca a tutti di sbagliare un Gran premio, il mondiale lo porta a casa chi sbaglia meno. Ottimista quindi lo Spagnolo che vuole giocarsi il tutto per tutto nelle ultime 5 gare rimaste fino alla fine della stagione, potendo contare su di una macchina sempre più evoluta.

Intanto Vettel gongola, forse con un tantino di eccesso. Il tedesco ha fatto una gara eccezionale (pole, giro record, in testa dall’inizio alla fine) ma ha anche ignorato deliberatamente i consigli dei box da dove lo hanno pregato più volte di non esagerare.  In alcuni momenti di gara lo hanno letteralmente pregato, in altri quasi insultato con un “non fare lo scemo“, ma lui niente. Guida aggressiva e senza sconti per tutta la gara, senza curarsi dei limiti della macchina che comunque, almeno per questa volta, ha retto alla grande . L’ eroe del giorno è stato il pilota di casa della Sauber Ferrari Kamui Kobayashi, che ha guadagnato un  podio partendo  molto bene, ha condotto un ottima gara azzeccando la strategia degli stop e dei sorpassi, ed in fine ha concluso in terza posizione dietro alla Ferrari di Massa, nonostante gli attacchi della McLaren di Button.

Anche le McLaren non brillano, finendo in quarta e in quinta posizione. Hamilton ( prossimo pilota Mercedes )  ingaggia una bella battaglia con Raikkonen che gli finisce dietro in sesta posizione ma lo scavalca nel mondiale, arrivando in terza posizione con 157 punti.

Vedremo Nelle prossime gare chi la spunterà, ma di certo ci sarannò molti altri colpi di scena.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 1 second
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.